olio d’oliva extravergine

OLIO D’OLIVA

Olio d’oliva extravergine: tre tipi di eccellenza.

L’elemento più importante della cosiddetta “dieta mediterranea” è proprio l’olio di oliva extravergine, il prodotto tipico d’eccellenza della gastronomia Italiana. E’, infatti, tra i prodotti tipici regionali quello che identifica la nazione Italia.

Abbinarlo al cibo non è un compito semplice e non esistono, peraltro, regole ben precise. Spesso, infatti, gli abbinamenti olio – cibo sono il frutto di specifiche ricette regionali ovvero la conseguenza della fantasia di abili chef, in grado di armonizzare i sapori tipici.

In linea di massima, però, è possibile seguire alcune regole che valgono sempre:

  1. nel caso di cibi con sapori delicati, va abbinato un olio fruttato e leggero;
  2. abbinare alle zuppe, ai legumi e alle salse di pomodoro degli olii piccanti;
  3. nei piatti con radicchio o sulla carne rossa alla brace, va abbinato un olio con un retrogusto amaro;
  4. per le carni bianche, i crostacei e il pesce alla griglia, va usato un olio extravergine con un retrogusto dolce;
  5. per le ricette regionali si consiglia, comunque, un olio locale, espressione del territorio.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA SICILIANO

Ha un profumo fresco e intenso con note di erba bagnata e di pomodoro fresco. Dal coloro verde oro e dal sapore fruttato, questo olio d’oliva si presta bene per le ricette tipiche regionali siciliane.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA UMBRO

Un olio fruttato medio o forte con una leggera sensazione di piccante e amaro. Ottimo sulle bruschette con pomodorini locali, origano e sale. Perfetto sui legumi come le lenticchie tipiche dell’Umbria.

Lo staff di Notizie Online.

 

Lascia un commento

Chiudi il menu

Il sito utilizza cookies, anche di terze parti. Cliccando su ACCETTA, acconsenti all’uso dei cookies. Per negare il consenso, clicca RIFIUTA. — Policy privacyInformativa cookies