Andare in vacanza con Fido

Andare in vacanza con Fido
vacanza con fido

 

IN VACANZA CON FIDO

Andare in vacanza con il vostro Fido.

Montagna o mare, distese di prati o spiagge incantevoli, ovunque voi siate diretti per la tanto attesa vacanza, il vostro fedele Fido sarà, senz’altro, felice di seguirvi. E’ necessario, pertanto, organizzarsi bene e non tralasciare dettagli organizzativi importanti.

Per assicurarsi che il vostro amico a quattro zampe stia bene, è necessario ricordarsi di qualche accortezza.

ALL’INIZIO DELLA VACANZA

Prima di partire, è consigliabile recarsi dal proprio veterinario di fiducia per verificare ed accertarsi che il proprio animale sia in buona salute ed in regola con le prescritte vaccinazioni. L’animale avrà essere dotato di apposito libretto sanitario debitamente aggiornato.

Per alcune destinazioni (soprattutto quelle lontane e magari non dotate dei dovuti livelli di sicurezza sanitaria, il vostro veterinario potrà consigliarvi particolari e specifiche vaccinazioni, profilassi o trattamenti mirati. Potrà consigliarvi un piccolo kit di pronto soccorso da portare al seguito.

L’IMPORTANZA DELL’OMBRA

L’ombra è fondamentale per i nostri anomali a 4 zampe. E’ necessario, pertanto, dotarsi di un ombrellone o di un telo – riparo, necessario per garantire un pò di ombra e, quindi, evitare il contatto diretto e prolungato con i raggi del sole. Questo vale sempre, sia in montagna che al mare.

Un’idea consigliata dagli esperti è quella di dotarsi di un tappetino refrigerante con un gel che si attiva a contatto con l’animale, riducendo gradualmente la temperatura corporea dell’animale. In questo modo il nostro amico Fido avrà una gradevole sensazione di fresco.

Bisogna, quindi, evitare l’esposizione prolungata della pelle dell’animale al sole. Ricordarsi di portare ciotole separate per l’acqua e per il cibo.

UN BAGNO NON GUASTA

E’ necessario ricordarsi di bagnare ogni tanto la pelle dell’animale. Un bagno fresco all’interno di apposite piscinette non guasta e dona al nostro amico una gradevole sensazione di benessere prolungato (soprattutto durante le ore di punta in cui il sole si fa sentire in maniera più intensa).

Possono essere usate anche delle palline refrigerate che, con il gioco, donano all’animale un piccolo refrigerio alla bocca.

Si consiglia, in montagna, il trekking da organizzare evitando percorso con eccessivi dislivelli. Evitare, ovviamente, luoghi molto affollati che costringerebbero il vostro anomale a stare per molto tempo al guinzaglio.

NOTIZIE ONLINE

Lascia un commento

Chiudi il menu

Il sito utilizza cookies, anche di terze parti. Cliccando su ACCETTA, acconsenti all’uso dei cookies. Per negare il consenso, clicca RIFIUTA. — Policy privacyInformativa cookies