Aceto balsamico di Modena IGP

Aceto balsamico di Modena IGP
aceto balsamico di modena IGP

ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP

Aceto balsamico di Modena IGP

E’ un prodotto particolarmente versatile in cucina, usato negli antipasti e nei dolci.

Viene prodotto nelle zone comprese tra Modena e Reggio Emilia. In questa zona vengono, infatti, prodotte le uve caratterizzate da una particolare concentrazione di zuccheri e di acidità.

Ci troviamo in una fascia terrena della pianura dell’Emilia Romagna, corrispondente all’antico Ducato Estense. Le tecniche produttive e le particolarità climatiche hanno dato vita ad un prodotto straordinario.

La tradizione dell’aceto balsamico di Modena IGP risale agli antichi Romani che erano soliti cucinare per molto tempo il mosto per poi utilizzarlo come condimento in cucina ovvero come medicinale o dolcificante.

L’aceto viene, pertanto, prodotto dal mosto d’uva parzialmente fermentato, concentrato e cotto. L’uva utilizzata per la produzione dell’aceto balsamico deve provenire, esclusivamente, dai vitigni di Sangiovese, Lambrusco, Trebbiano Albana, Montuni e Fontana.

Al mosto viene aggiunta una percentuale variabile ( ma intorno al 10%) di aceto di vino con l’aggiunta di una piccola percentuale di aceto invecchiato.Dopo l’acetificazione segue la fase dell’affinamento per un periodo minimo di 60 giorni.

CONSERVAZIONE

L’aceto balsamico non rischia di alterarsi nel tempo grazie al processo di invecchiamento molto lungo. Basta conservarlo in luogo fresco e al buio. Meglio conservarlo lontano da prodotti dal profumo pronunciato e intenso.

Lo staff di Notizie Online.

 

 

 

Lascia un commento

Chiudi il menu

Il sito utilizza cookies, anche di terze parti. Cliccando su ACCETTA, acconsenti all’uso dei cookies. Per negare il consenso, clicca RIFIUTA. — Policy privacyInformativa cookies